Siamo anche su

Io e la pesca

Ho iniziato pescare quando ero piccolo, ma molto piccolo con mio nonno. Lui pesca da quando è nato e la passione me l'ha trasmessa portandomi a pescare o a vedere le altre persone pescare. Mio nonno Gianfranco, poiché è socio di un'associazione che ogni anno organizza gare di pesca per i ragazzi a San Felice Circeo, mi ha portato a fare la mia prima gara all'età di sei anni, allora non avevo nemmeno la forza di tenere la canna in mano difatti mi aiutava lui. Oltre a me a queste gare estive hanno partecipato anche i miei cugini che sono più grandi di me e negli ultimi anni anche mia sorella. I miei cugini se la cavavano bene; invece mia sorella è sempre stata un disastro e lo è ancora oggi: ha paura dell'amo, non sa mettere l'esca, non sa slamare, si impiccia con le altre canne e a causa sua durante le gare io non riesco a pescare tranquillo perchè mi chiede aiuto in continuazione. Io pesco e le do una mano, corro da uno scoglio all'altro alla fine lei che non sa pescare prende tanti pesci e invece io non prendo niente. Forse è questa la cosiddetta "fortuna del principiante". Ora mia sorella per mia fortuna dopo cinque anni di torture per me,  non gareggia più. Evviva! Che continui a fare la ballerina magari lì farà meno impicci. Tornando alla mia storia l'anno successivo ho partecipato di nuovo a questa gara e, un po' più grande, sapevo tenere perlomeno la canna in mano. Ma pesci sempre pochi! Ho continuato a partecipare a queste gare fino ad oggi; ormai sono sei anni che partecipo e ogni anno imparo sempre qualcosa in più sulla tecnica del pescare, salivo sempre di qualche posto la classifica. I pesci erano sempre piccoli. All'ultima gara di quest'anno, che per me non è andata molto bene poiché non ho preso nessun pesce, mi sono divertito e dicono gli organizzatori che l'importante è divertirsi! Per me la pesca è una passione, anche un divertimento. Ma è anche uno sfogo per me perchè quando pesco, mi rilasso molto sentendo il rumore del mare ed essendo a contatto con la natura mi sembra di dimenticare tutto il resto. Anche quest'anno se ci sarà un'altra gara, io parteciperò e spero di divertirmi come mi sono divertito tutti gli anni nei quali ho partecipato alle gare. Ormai è infatti diventato un appuntamento fisso dell'estate al Circeo. La mattina sveglia all'alba, vado al porto prima degli altri ragazzi per accompagnare nonno, poi facciamo colazione insieme al bar del porto e, mentre lui organizza con i suoi amici le ultime cose per la gara io mi godo tutte le scene e le loro chiacchiere e poi guardo il mare e immagino che di lì a poco si riempirà di barche, bambini, canne e genitori. Questo appuntamento per me è l'inizio delle vere vacanze perchè a luglio sono sempre impegnato con l'altra mia passione: il basket, e al mare ci vado poco. San Felice Circeo è meraviglioso è il paese di mia nonna e anche mio da quando ho imparato a pescare e il mare del Circeo è il posto che preferisco.

Luca Formicari

Uscite di pesca

Novità

Corso Formativo Elettronica di Bordo

Mercatino dell'usato

Banner Pubblicitario

Spazio disponibile